Contrariamente a ciò che si può pensare, la Pizza di Natale è un dolce, fatto di pasta pane arricchito con frutta secca, cacao, agrumi e spezie. 

Un’ antica ricetta della tradizione  Marchigiana, che per bontà e semplicità merita di essere maggiormente conosciuta.

Seppur trattandosi di un lievitato, sarà semplice da preparare e di sicura riuscita, non vi serviranno attrezzi e stampo.

La Pizza di Natale, con il suo sapore e la sua genuinità, sono certa saprà conquistarvi.

Seguitemi, di seguito troverete la descrizione della ricetta e un video tutorial. Dolce giornata !!! Michaela.

COSA SERVE per 12 porzioni
🇮🇹
Per la pasta pane 
  • 500 gr di farina 0
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 250 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 50 ml di olio di semi
  • 1 cucchiaino di sale

Per il condimento

  • 100 gr di uva sultanina
  • 150 gr di fichi secchi
  • 200 gr di noci tritate grossolanamente
  • 50 ml di olio di semi
  • 40 gr di zucchero
  • 20 gr di cacao amaro
  • pepe
  • noce moscata
  • sale
  • zest di 1 limone
  • zest di 1 arancia
  • succo di mezza arancia (3 cucchiai)

🇬🇧
For bread dough
. 500 grams of flour
. 10 grams of fresh brewer’s yeast
. 250 ml of warm water
. 1 teaspoon of sugar
. 50 ml of seed oil
. 1 teaspoon of salt
For the seasoning
. 150 grams of dried figs
. 100 grams of sultanas
. 200 grams of minced walnuts
. 40 grams of sugar
. 50 ml of seed oil
. 20 grams of bitter cocoa powder
. 1 teaspoon of salt
. pepper
. nutmeg
. zest of 1 lemon
. zest of 1 orange
. half – orange juice ( 3 tablespoons )

PREPARAZIONE
Per la pasta pane 

Versa la farina in una terrina e forma la classica fontana facendo un buco al centro.

Fai sciogliere il lievito, quindi lo sbricioli, lo metti in un bicchierino, ci aggiungi un pochino d’ acqua tiepida presa dal totale, un cucchiaino di zucchero e mescola fino a che si sarà sciolto.

Nel buco che hai fatto sulla farina versa il lievito sciolto, la restante acqua tiepida, l’olio e il sale. 
Ora con una spatola o una forchetta inizia a mescolare incorporando piano piano la farina e, quando l’impasto inizia a rapprendersi passa a lavorarlo su un piano da lavoro.
Lavoralo con le mani  fino ad ottenere un panetto liscio, uniforme ed elastico, ci vorranno una decina di minuti.

Fai lievitare l’impasto ponendolo nella terrina, copri con la pellicola trasparente e tieni in forno spento ma con la luce accesa fino al raddoppio del volume ( occorrerà 1 ora e mezzo o due ).

Nel frattempo prepara il condimento.

In una terrina metti i fichi tagliati a pezzetti (togli prima il picciolo), l’uva sultanina, le noci tritate grossolanamente, lo zucchero, l’olio, il cacao, il sale, il pepe, la noce moscata, le zest di limone, le zest d’arancia e tre cucchiai di succo d’arancia.
Dai una bella mescolata e lascia insaporire, per tutto il tempo che l’impasto impiegherà a lievitare.

Riprendi l’impasto, allargalo con le mani o se preferisci aiutati con il mattarello, versa sopra il condimento, richiudi la pasta e lavora il tutto fino a che sentirai la frutta secca distribuita uniformemente su tutto l’impasto (come puoi vedere nel video).

Dai all’impasto la forma di una pagnotta, mettila sulla placca da forno rivestita con carta forno e fai lievitare ancora per 30 minuti.

Cuoci in forno già caldo, statico, a 180°C per 40 – 45 minuti.
Assicurati che il dolce sia ben cotto facendo la prova stecchino dopodiché toglilo dal forno e lascialo raffreddare completamente.

CONSIGLI
La Pizza di Natale si manterrà una settimana se ben conservata all’interno di un contenitore per dolci o in un sacchetto per alimenti.

Sarà possibile aggiungere alle noci altra frutta secca, come mandorle e nocciole (sempre per un totale di 200 gr ).

È una ricetta priva di latticini e di uova.

Se la ricetta ti è piaciuta condividila con i tuoi amici

Grazie per essere passati sul mio blog, potete seguirmi anche su:
Please follow and like us:
error0

Sono rose fatte con la pasta sfoglia e ripiene di pere e cacao zuccherato. Belle da vedere e buone da mangiare potrai servirle per la colazione e la merenda. Di seguito troverai la ricetta descritta e un video tutorial. Dolce giornata !!! Michaela.

COSA SERVE per 12 rose
  • 2 rotoli rettangolari di pasta sfoglia
  • 2 cucchiai colmi di cacao zuccherato ( 1 per ogni rotolo )
  • 1 pera grande ( mezza per ogni rotolo )
  • zucchero di canna
  • stampo per muffin e burro

🇬🇧 INGREDIENTS for 12 roses
* 2 rolls of rectangular puff pastry
* 2 full tablespoons sweetened cocoa ( 1 for each roll )
* 1 large pear ( half for each roll )
* cane sugar
* mold for muffins and butter
PROCEDIMENTO

Preriscalda il forno impostandolo a 180°C.

Ungi accuratamente uno stampo per muffin con del burro ammorbidito e un pennello da cucina.

Srotola il rotolo di pasta sfoglia lasciando sotto la sua carta forno. 
Taglia la sfoglia in 6 strisce, dal lato più lungo (come puoi vedere in video).
 
Con un setaccio cospargi il cacao e con la mandolina affetta finemente la pera tagliata a metà e privata del torsolo.

Su ogni striscia metti le fette di pera in modo che siano leggermente sovrapposte e che fuoriescano appena dalla sfoglia.
Ripiega la sfoglia rimasta vuota sopra le pere e arrotola.

Disponi le rose nello stampo e cuoci in forno già caldo, ventilato, a 180°C per 35 minuti.

Lascia intiepidire o raffreddare le rose prima di toglierle dallo stampo. 

CONSIGLI

1) Non utilizzate il cacao amaro, dal momento che le rose non verranno molto dolci se utilizzaste il cacao amaro verrebbero un po amare, sarà possibile invece aggiungere dello zucchero a velo prima di arrotolarle.
Grazie per essere passati sul mio blog, potete seguirmi anche su:



Please follow and like us:
error0

I Sciughetti di mosto, un piatto dolce tipico delle Marche, preparato in autunno con la vendemmia, ma congelando il mosto potremo godere di questo antico piatto regionale in ogni periodo dell’anno. Dalla consistenza e dai sapori lontani nel tempo meritano di essere conosciuti. Si fanno con soli 3 ingredienti e il procedimento è quello di una polenta,  ma una polenta dolce e cremosa, dove la farina di mais e quella bianca vengono cotte nel mosto anziché nell’acqua e, a fine cottura si aggiungono le noci, quindi si versano in piatti o pirofile. 

La ricetta è quella di papà che immancabilmente ogni anno prepara  i Sciughetti per poi donarli a me, mia sorella e mio fratello. Lui ne fa in quantità industriale 😉 (4 litri di mosto ) ma nella descrizione della ricetta vi lascio gli ingredienti per 1 litro di mosto dal quale si ricavano 2 bei piatti. Oltre alla ricetta troverete anche il video tutorial.

Altre ricette con il mosto CIAMBELLE, FILONI E BISCOTTI DI MOSTO 

PROCEDIMENTO 
per il mosto


Il mosto lo potete acquistare nelle cantine o direttamente dal contadino in periodo di vendemmia.


Oppure potete farlo voi, procurandovi dell’ottima uva da vino o uva fragola (la qualità dell’uva determinerà la bontà dei vostri sciughetti). 
Schiacciate l’uva nel passaverdure (almeno 1,300 gr d’uva per ottenete 1 L di mosto), il succo ottenuto è il mosto. Il mosto va fatto bollire subito altrimenti inizierà a fermentare per poi diventare vino. Lo si fa bollire a fuoco basso per 30 – 45 minuti togliendo la schiuma che si forma in superficie. A termine cottura il mosto si sarà ridotto di un bel po e sarà zuccheroso. Lasciare intiepidire se si procede subito alla preparazione dei Sciughetti o una volta freddato versarlo in una bottiglia di plastica e congelatelo.


PROCEDIMENTO 
per i Sciughetti

Pesate e miscelate assieme le due farine e versatele a pioggia nel mosto caldo ma non bollente (evitando così la formazione di grumi) quindi mescolate ininterrottamente con una frusta a mano, come si fa con la polenta.

Dopo 30 minuti di bollore aggiungete le noci precedentemente tritate grossolanamente e cuocete ancora per altri 10 minuti, sempre senza mai smettere di mescolare.

Con un mestolo versate su dei piatti o pirofile e quando arriveranno a temperatura ambiente saranno pronti da mangiare e consumate entro 2 giorni.

CONSIGLI

1) Prima di aggiungere le noci assaggiate il mosto; se vi sembra dolce non fate niente, se invece lo sentite leggermente aspro potete aggiungere 2 cucchiai di zucchero.

2) C’è chi usa fare i Sciughetti o Sughetti con la sola farina di mais, altri ancora usano aggiungere un po di farina bianca. Avendo provato e fatto assaggiare entrambe le versioni trovo più gradevoli quelli con l’aggiunta della farina bianca poiché risultano più cremosi.

3) Alle noci si possono aggiungere anche delle mandorle spellate.

4) Altri dolci tipici Marchigiani: CIAMBELLE, FILONI E BISCOTTI DI MOSTO 

Grazie per essere passati sul mio blog, potete seguirmi anche su:

Please follow and like us:
error0

Una crema che si realizza in pochi minuti e con soli 4 ingredienti, non necessita di cottura e non contiene uova. Potrai metterla nei bicchieri ottenendo un fresco e goloso dessert al cucchiaio o potrai utilizzarla per farcire una torta, una crostata fredda o per riempire bignè e cannoli. Seguimi in cucina e prova a farla anche tu !!! Di seguito troverai la ricetta descritta e un video tutorial. Dolce giornata. Michaela.

COSA SERVE per 6 coppe
  • 400 gr di foraggio philadelphia
  • 60 gr di farina di cocco
  • 250 ml di panna già zuccherata
  • 6 fette di ananas sciroppato (4 per la crema e 2 per decorare)

🇬🇧 INGREDIENTS for 6 cups
* 400 gr of philadelphia cheese
* 60 gr of coconut flour
* 250 ml of vegetable based liquid sweetened cream
* 6 slices of pineapple in syrup (4 for the cream and 2 to decorate)

PROCEDIMENTO
In una capiente terrina metti il philadelphia e la farina di cocco, amalgama con una spatola.

In un’altra terrina e con uno sbattitore elettrico monta la panna ben fredda di frigorifero poi uniscila in più volte alla crema di formaggio e cocco, per amalgamare puoi continuare ad usare lo sbattitore elettrico.

Taglia a cubetti quattro fette d’ananas e unisci alla crema mescolando con una spatola.

Riempi le coppette.

Usa le restanti due fette d’ananas per decorare il dessert: dividi le fette in quattro parti e su di ognuna fai una piccola incisione e infilala sul bordo del bicchiere (come puoi vedere nel video).

CONSIGLI
– Puoi gustare subito il dessert o conservarlo in frigo e consumarlo entro due giorni.

– È possibile utilizzare questa crema anche per farcire una torta, una crostata fredda o per riempire bignè e cannoli.

Grazie per essere passati sul mio blog, potete seguirmi anche su:


Please follow and like us:
error0

Ricetta senza uova, un Tiramisù con gli Oreo, in mono porzione. Un dessert deliziosamente cremoso, soffice e fresco, come solo il tiramisù può esserlo e gli Oreo sono un’alternativa che di sicuro vi piacerà!!!


COSA SERVE x 6 coppette
  • 500 gr di mascarpone
  • 50 gr di zucchero a velo vanigliato
  • 500 ml di panna fresca
  • 300 gr di Oreo
  • 120 ml di caffè freddo non zuccherato
  • cacao amaro

🇬🇧 INGREDIENTS x 6 cups
* 500 gr of mascarpone cheese
* 50 gr of vanilla powdered sugar
* 500 ml of fresh cream
*300 gr of Oreo biscuits
* 120 ml of cold coffee
* bitter cocoa powder
PROCEDIMENTO

Prepara 120 ml di caffè e lascialo raffreddare.

In una capiente terrina versa il mascarpone e lo zucchero, lavora  con lo sbattitore elettrico fino a quando risulterà cremoso poi aggiungi a filo la panna ben fredda di frigorifero e monta fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa e soffice. 

Versala la crema al mascarpone in un sac a poche e componi le sei coppette di  Tiramisù con: un primo strato di crema, uno di Oreo imbevuti di caffè e spezzettati in modo da poter riempire ogni spazio vuoto, un altro strato di crema, un altro di biscotti imbevuti e termina decorando con dei ciuffetti che ricoprirai con una generosa spolverata di cacao.  
CONSIGLI
1) fai riposare il Tiramisù in frigo per un paio d’ore prima di gustarlo o meglio ancora tutta la notte.
2) gli Oreo non assorbono molto caffè, pertanto quest’ultimo non si percepirà molto come quando si usano i savoiardi, ciò lo rende più adatto in presenza di bambini o nel dopo cena.

Grazie per essere passati sul mio blog, potete seguirmi anche su:
Please follow and like us:
error0

A prima vista può sembrare un cheesecake ma NON lo è, la base non è di biscotto e la farcia non ha la gelatina. Per realizzare questo dolce non occorre il forno, l’unica cottura, se così vogliamo chiamarla sta nello sciogliere il cioccolato. La Torta fredda alla menta con riso soffiato ha una farcitura sofficissima, sembra una nuvola e il sapore della menta si percepisce bene ma non è forte. Un dolce che bisogna proprio provare!!! Quindi seguitemi con le indicazioni sotto riportate e con il video tutorial. Michaela.


 VIDEO TUTORIAL
COSA SERVE per uno stampo da 24 cm
Per la base
  • 120 gr di riso soffiato al cacao
  • 120 gr di cioccolato al latte

Per la farcia

  • 500 gr di mascarpone
  • 250 ml di panna
  • 170 gr di latte condensato
  • 60 ml di sciroppo di menta

Per decorare

  • 50 gr di cioccolato al latte
  • foglie di menta fresca

🇬🇧 INGREDIENTS for 24 cm cake tin

 For the base
* 120 gr of chocolate puffed rice
* 120 gr of milk chocolate
For the filling
* 500 gr of mascarpone cheese
* 250 ml of fresh cream
* 170 gr of condensed milk
* 60 ml of mint syrup
Decoration
* 50 gr of milk chocolate
* fresh mint leaves

PROCEDIMENTO
Per la base sciogliamo a bagnomaria o al microonde il cioccolato poi lo versiamo in una terrina contenente il riso soffiato e amalgamiamo bene.

Trasferiamo il tutto in uno stampo a cerniera rivestito con carta forno, distribuiamo il composto uniformemente, livelliamo e compattiamo bene con il dorso di un cucchiaio. 

Teniamo in frigo mentre prepariamo la farcia.

Per la farcia lavoriamo il mascarpone e la panna ben freddi di frigorifero, utilizzando un robot da cucina o le fruste elettriche, ottenuta una consistenza cremosa aggiungiamo il latte condensato e montiamo fino ad ottenere una consistenza soffice.

Dividiamo la farcia in due parti uguali e ad una aggiungiamo un po alla volta lo sciroppo di menta amalgamando delicatamente.

Mettiamo le due farce in due sac a poche e ricopriamo la base di riso soffiato con cerchi concentrici alternando la farcia bianca con quella verde (come potete veder nel video).

Teniamo in frigo per tre ore.

Per decorare passiamo lo sbucciaverdure sul bordo della tavoletta di cioccolato ottenendo così dei trucioli da spargere sulla superficie del dolce e decoriamo con foglie di menta.

Grazie per essere passati sul mio blog, potete seguirmi anche su:



Please follow and like us:
error0

Dividere l’uovo di Pasqua in due metà perfette senza che si rompano è semplice. Come potrai vedere nel video, basterà scaldare la lama del coltello sulla fiamma del gas. La lama calda scioglie il cioccolato penetrando dolcemente nel uovo, dovrai usare un coltello a lama liscia e appuntita.
A questo punto potrai farcire le uova come più ti piace, io ho usato una panna montata al caramello, sopra ho messo fragole, macedonia, pistacchi e nocciole.

VIDEO TUTORIAL

COSA SERVE x 8 porzioni
  • 4 uova di pasqua da 50 gr
  • 200 ml di panna fresca
  • 3 cucchiai di caramello
  • fragole
  • macedonia
  • pistacchi
  • nocciole

PROCEDIMENTO

Apri le uova e lasciale nel loro bicchierino.
Scalda sopra la fiamma del gas, la lama di un coltello liscio e appuntito, quindi Incidi l’uovo seguendo la sua linea di giunzione, con delicatezza e senza fretta.

In una terrina versa la panna e il caramello, monta con le fruste elettriche e trasferisci in un sac a poche. 

Riempi le uova e aggiungi sopra, in alcune la frutta fresca e in altre la frutta  secca.

CONSIGLI
Puoi gustare le uova di cioccolato farcite, subito o il giorno dopo.

…**………………………….**………………………….**…

Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:
…**………………………….**…………………………..**…. 



Please follow and like us:
error0

Gonfiando dei palloncini e intingendoli nel cioccolato sciolto si possono ottenere delle golose ciotole di cioccolato, da farcire con panna e fragole, oppure con crema pasticcera e frutti di bosco, ganache e cioccolatini, camy cream… Io vi indico come farle poi sbizzarritevi con la farcitura che più vi piace.

GUARDA IL VIDEO TUTORIAL
COSA SRVE per 6 ciotole
  • 6 palloncini piccoli
  • 250 gr di cioccolato fondente
  • 300 ml di panna vegetale già zuccherata
  • fragole fresche
  • codette di cioccolato

PROCEDIMENTO

Tritiamo il cioccolato per poi scioglierlo a bagnomaria o se preferite al microonde, dopodiché lo travaseremo su una ciotola poco più grande del palloncino.
Facciamo raffreddare il cioccolato potremo usarlo quando arriva a 28c°. Se non avete un termometro da cucina, capirete che il cioccolato è pronto quando lo sentirete appena tiepido.
Gonfiamo i palloncini ma non troppo, dovranno restare piccolini. Ungiamo la base dei palloncini con un foglio di carta assorbente imbevuto di olio, così il palloncino si staccherà meglio dal cioccolato.
Su un vassoio foderato con della carta forno, versiamo una piccola quantità di cioccolato che farà da base per la ciotola. Intingiamo il palloncino affondandolo e ruotandolo nel cioccolato in modo tale che lo avvolga bene e in maniera uniforme (come potete vedere nel video). Facciamo scolare l’eccesso e adagiamo il palloncino sulla base.
Teniamo in frigo per 20 minuti affinché il cioccolato indurisca.
Nel frattempo tagliamo le fragole e montiamo la panna.
Per rompere i palloncini facciamo un taglietto con le forbici così che l’aria fuoriesca lentamente, poi con delicatezza li rimuoviamo.
Riempiamo le nostre ciotole con la panna e decoriamo con le fragole e le codette di cioccolato.
CONSIGLI
_ È importante la temperatura del cioccolato perché se quest’ultimo è troppo caldo farà scoppiare il palloncino.
_ In oltre con una giusta temperatura il cioccolato risulterà più denso e quindi più spesso, rendendo le nostre ciotole meno fragili.
_ Se usate palloncini troppo grandi, otterrete una ciotola troppo bassa.
❤︎ Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:

Please follow and like us:
error0

Una ricetta facile e veloce per gustare dei sani e buoni muffins, senza uova, senza burro, senza olio, senza lievito e senza latte. Una ricetta vegana che a mio parere dovreste provare tutti, a prescindere che siate vegani o no, poiché come ripeto sono dolcetti sani e buoni, ideali per una genuina merenda o colazione. L’ avocado è un frutto con molte proprietà benefiche, la sua consistenza cremosa e lipidica sostituisce il burro. È un ottima fonte di potassio e antiossidanti come la vitamina E e il glutatione che insieme al beta-sitosterolo aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari. 
VIDEO TUTORIAL
COSA SERVE per 12 muffin
  • 100 gr di noci
  • 70 gr di cioccolato fondente
  • 200 gr di farina integrale
  • 50 gr di fecola
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino medio di bicarbonato
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  • 110 gr di avocado
  • 220 ml di latte di soia
  • 12 pirottini di carta
PROCEDIMENTO
1- Preriscaldiamo il forno a 180c° e mettiamo i pirottini nello stampo.
2- In un tritatutto versiamo le noci, il cioccolato tritato, la farina, la fecola, lo zucchero, il pizzico di sale, il bicarbonato, la buccia grattugiata del limone e frulliamo il tutto fino a una consistenza farinosa.
3- Ora aggiungiamo l’avocado, il latte di soia e frulliamo un ultima volta, fino ad ottenere una consistenza densa e cremosa.
4- Trasferiamo l’impasto nei pirottini riempiendoli per 3/4 della loro capacità e inforniamo in forno già caldo, statico, nella grigia centrale a 180c° per 30 minuti.
5- Verifichiamo la giusta cottura con uno stecchino che dovrà uscire asciutto e facciamo raffreddare i muffins su una gratella così che potranno asciugarsi meglio sotto.
CONSIGLI
– Ho usato un tritatutto con capacità 800 ml. 
Se ne avete uno più piccolo procedete così: 
Mettete nel tritatutto le noci, il cioccolato, la farina, la fecola, lo zucchero, il sale, il bicarbonato e la buccia di limone, frullate il tutto e travasate su una terrina. 
Ora frullate l’avocado con il latte poi aggiungeteli nelle terrina e mescolate con una frusta a mano o con un cucchiaio di legno. 
– I pirottini vanno riempiti per 3/4 poiché l’impasto in cottura crescerà.
– I muffins vanno conservati in un contenitore chiuso o possono essere congelati.


❤︎ Grazie per essere passati sul mio blog

potete seguirmi anche su:

Please follow and like us:
error0

Avete presente le famose e deliziose Barrette Bounty!? Farle in casa è semplice e occorrono *solo 3 ingredienti*. Finalmente al 3° tentativo ho trovato la ricetta giusta o sarebbe più corretto dire il giusto procedimento. Trovavo difficoltà nel ricoprirli con il cioccolato, fino a che ho provato a passarli una 30 di minuti in freezer e tutto è diventato semplice!!! ^_^  Ne sono felice dal momento che il sapore era ottimo e  ora che ho trovato un modo semplice ed efficace per ricoprirli, condivido subito con voi la ricetta.

GUARDA IL VIDEO
COSA SERVE per 14 Bounty
  • 100 gr di farina di cocco
  • 170 gr di latte condensato
  • 300 gr di cioccolato al latte

PROCEDIMENTO

In una terrina amalgamare la farina di cocco con il latte condensato fino ad ottenere un composto compatto e mettere in frigo per 15 minuti.

Ora, con le mani prelevare un po d’impasto, farlo passare da un palmo all’altro e, stringendo con le dita dovrai formare dei cilindri, come puoi vedere nel video. I Cilindri dovranno essere ben compatti.

Di tanto in tanto bagnare le mani cosi ché risulterà più semplice lavorare l’impasto. Mano a mano che prepari i cilindri mettili su un vassoio di cartone ricoperto con la carta forno.
Terminato tutto l’impasto otterrai circa 14 cilindri che andrai a mettere in *congelatore* per 30 minuti, poiché dovranno risultare ben induriti quando andrai a ricoprirli con il cioccolato.
Nel frattempo tritare il cioccolato, scioglierlo a bagnomaria e lasciare che intiepidisca.
Quando il cioccolato sarà tiepido e i cilindri ben induriti non resterà che ultimare i Bounty. Quindi, tuffare i cilindri uno alla volta nel cioccolato e, con l’aiuto di due forchette farli rotolare fino a ricoprirli bene. Battere la forchetta per far colate il cioccolato in eccesso e adagiare di nuovo i Bounty nel vassoio. Non resta che riporli 30 minuti in frigo affinché il cioccolato si solidifichi poi i Bounty saranno pronti per essere gustati.
CONSIGLI
. Una volta pronti, i Baunty si conserveranno per diversi giorni, tienili dentro un contenitore ermetico e in frigo nel caso sia estate.
. Affinché l’operazione di copertura dei Bounty sia semplice sarà fondamentale tenerli in congelatore affinché siano ben induriti e tuffarli nel cioccolato non troppo caldo ma tiepido.

…**………………………….**………………………….**…

Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:
YouTube
facebook
Google+
Instagram
Twitter
…**………………………….**…………………………..**….

Please follow and like us:
error0