Aggiungete anche questa soddisfazione in cucina, preparate la colomba al cioccolato.
Una ricetta semplice da realizzare ma con più tempi di lievitazione

Organizzatevi la giornata e scoprirete che fare una colomba in casa 
sarà più semplice di quel che si pensa.
La ricetta che vi lascio è per uno stampo da 1 kg
vi lascio anche la ricetta della Colomba di Pasqua senza canditi e uvetta per uno stampo da 750 gr 
Di seguito troverete la descrizione della ricetta e un video tutorial
Dolce giornata !!! 
Michaela.

***** Video Ricetta *****


***** cosa serve *****
🇮🇹per uno stampo da 1 kg
  • 50 ml di acqua tiepida
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 450 gr di farina manitoba
  • 150 gr di zucchero
  • 80 ml di latte tiepido
  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 180 gr di burro ammorbidito
  • 1 pizzico di sale
  • buccia grattugiata di 1 limone bio
  • buccia grattugiata di 1 arancia bio
  • 1 bustina di vanillina
  • 20 ml di rum
  • 80 gr di gocce di cioccolato
  • glassa al cacao Paneangeli
  • 40 gr di scaglie di cioccolato

🇬🇧for 1 kr mold

  • 50 ml of warm water
  • 15 grams of fresh brewer’s yeast
  • 450 grams of manitoba flour
  • 150 grams of sugar
  • 80 ml warm milk
  • 3 eggs
  • 180 grams os softened butter
  • 1pinch of salt
  • zest of lemon
  • zest of orange
  • vanilla essence
  • 20 ml of run liquor
  • 80 grams of chocolate chips
  • cocoa frosting
  • 40 grams of cocolate flakes 

***** procedimento *****

Pe la biga
– 50 ml d’acqua tiepida
– 15 gr di lievito di birra fresco
– 50 gr di farina manitoba
In una capiente terrina versiamo l’acqua tiepida, vi sbricioliamo il lievito e mescoliamo, quando si sarà sciolto uniamo la farina e amalgamiamo il tutto fino ad ottenere un impasto  umido, liscio e appiccicoso.Copriamo con la pellicola trasparente e facciamo lievitare 30 minuti.
Per il primo impasto
– 300 gr di farina manitoba
– 150 gr di zucchero
– 80 gr di burro ammorbidito
– 80 ml di latte tiepido
– 1 bustina di vanillina
– la buccia grattugiata di 1 limone bio
– la buccia grattugiata di 1 arancia
– 2 uova a temperatura ambiente
– 10 gr di sale
Riprendiamo la terrina e versiamo sopra la biga la farina setacciata, lo zucchero, il burro ammorbidito, il latte tiepido, la vanillina, le bucce grattugiate degli agrumi, le uova precedentemente sbattute e il sale. Mescoliamo il tutto con un cucchiaio per diversi minuti. Copriamo con la pellicola trasparente e facciamo lievitare per 3 – 4 ore nel forno spento ma con la luce accesa.
Per il secondo impasto
– 100 gr di farina manitoba
– 100 gr di burro ammorbidito
– 1 uovo a temperatura ambiente
– 20 ml di rum
– 80 gr di gocce di cioccolato
Riprendiamo la terrina e aggiungiamo la farina setacciata, il burro, l’uovo precedentemente sbattuto, il rum e le gocce di cioccolato. Mescoliamo il tutto con un cucchiaio per diversi minuti. Copriamo con la pellicola trasparente e facciamo lievitare per 3 ore.
Trascorso il tempo versiamo l’impasto nello stampo, lo copriamo con la pellicola trasparente e accendiamo il forno a 180°C.
Per la cottura
A temperatura raggiunta togliamo la pellicola e inforniamo, cuociamo per 50 minuti in modalità statica. Facciamo la prova stecchino per assicurarci che sia ben cotto, dopodiché spegniamo il forno, teniamo socchiuso lo sportello e facciamo raffreddare completamente la colomba al suo interno.
Per decorare
Scaldiamo la glassa al cacao come riportato nella confezione e ricopriamoci la superficie della colomba.
Cospargiamo le scaglie di cioccolato.

***** consigli *****
– Sarà possibile utilizzare l’impastatrice.
– Conservate la colomba in un sacchetto per alimenti o in un contenitore a campana.

Vedi altre ricette per Pasqua
Colomba Pascquale senza canditi ne uvetta da 750 gr
Pappardelle al cacao con noci speck e panna



Se la ricetta ti è piaciuta condividila con i tuoi amici

Puoi seguirmi anche su
             YouTube   facebook     Instagram   Twitter
Please follow and like us:
error0

Dividere l’uovo di Pasqua in due metà perfette senza che si rompano è semplice. Come potrai vedere nel video, basterà scaldare la lama del coltello sulla fiamma del gas. La lama calda scioglie il cioccolato penetrando dolcemente nel uovo, dovrai usare un coltello a lama liscia e appuntita.
A questo punto potrai farcire le uova come più ti piace, io ho usato una panna montata al caramello, sopra ho messo fragole, macedonia, pistacchi e nocciole.

VIDEO TUTORIAL

COSA SERVE x 8 porzioni
  • 4 uova di pasqua da 50 gr
  • 200 ml di panna fresca
  • 3 cucchiai di caramello
  • fragole
  • macedonia
  • pistacchi
  • nocciole

PROCEDIMENTO

Apri le uova e lasciale nel loro bicchierino.
Scalda sopra la fiamma del gas, la lama di un coltello liscio e appuntito, quindi Incidi l’uovo seguendo la sua linea di giunzione, con delicatezza e senza fretta.

In una terrina versa la panna e il caramello, monta con le fruste elettriche e trasferisci in un sac a poche. 

Riempi le uova e aggiungi sopra, in alcune la frutta fresca e in altre la frutta  secca.

CONSIGLI
Puoi gustare le uova di cioccolato farcite, subito o il giorno dopo.

…**………………………….**………………………….**…

Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:
…**………………………….**…………………………..**…. 



Please follow and like us:
error0

Un soffice dolcetto irresistibile, con  ripieno di cioccolato e ricco di colori. Questi cupcake porteranno in tavola un tocco di colore e allegria. Una ricetta semplice e veloce con la quale sfornerete 12 cupcake.
🇮🇹 🇬🇧 VIDEO TUTORIAL

COSA SERVE  per 12 cupcake

Per i cupcake:
  • 150 gr di farina 00
  • 30 gr di cacao amaro
  • 190 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 10 gr di lievito per dolci
  • 60 gr di burro fuso
  • 2 uova piccole
  • 180 ml di latte
  • 12 mini ovetti di cioccolato
  • 12 pirottini grandi

Per decorare:

  • 200 ml di panna fresca
  • 1 cucchiaio abbondante di miele
  • 24-36 ovetti colorati confettati

PROCEDIMENTO

Per preparare i cupcake accendiamo il forno impostandolo a 180c°e prepariamo lo stampo con i pirottini.

Nel contenitore del mixer con frusta versiamo tutti gli ingredienti secchi, quindi la farina, il cacao, lo zucchero, il sale e il lievito, azioniamo a bassa velocità affinché gli ingredienti si miscelino tra loro.

Ora aggiungiamo, il burro fuso, le uova e a filo il latte, quindi portiamo a media velocità e facciamo lavorare per due minuti ottenendo un composto dalla consistenza semiliquida.

Con un cucchiaio e un cucchiaino versiamo il composto nei pirottini riempendoli per 2/3 della loro capacità (poco più della metà).

Inseriamo un ovetto per pirottino (come potete vedere nel video).

Cuociamo subito, in forno già caldo, statico, nella griglia centrale, a 180C° per 20 -25 minuti.

Estraiamo i pirottini dallo stampo e lasciamo raffreddare su una gratella.

Per decorare versiamo in una terrina la panna fredda e il miele, montiamo a neve ferma con uno sbattitore elettrico.

Versiamo la panna in un sac a poche con beccuccio a stella (grande o piccolo non ha importanza).

Sopra ad ogni cupcake facciamo un giro di panna, aggiungiamo due o tre ovetti confettati e serviamo subito.

CONSIGLI:
È consigliabile mangiare i cupcake appena pronti per assaporare al meglio il ripieno soffice e cioccolatoso e gli ovetti confettati non rilasceranno colore.

Sono particolarmente adatti per le festività pasquali ma se non decorati con gli ovetti confettati andranno bene ad ogni occasione.

…**………………………….**………………………….**…

Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:
…**………………………….**…………………………..**…. 

  
Please follow and like us:
error0

Gonfiando dei palloncini e intingendoli nel cioccolato sciolto si possono ottenere delle golose ciotole di cioccolato, da farcire con panna e fragole, oppure con crema pasticcera e frutti di bosco, ganache e cioccolatini, camy cream… Io vi indico come farle poi sbizzarritevi con la farcitura che più vi piace.

GUARDA IL VIDEO TUTORIAL
COSA SRVE per 6 ciotole
  • 6 palloncini piccoli
  • 250 gr di cioccolato fondente
  • 300 ml di panna vegetale già zuccherata
  • fragole fresche
  • codette di cioccolato

PROCEDIMENTO

Tritiamo il cioccolato per poi scioglierlo a bagnomaria o se preferite al microonde, dopodiché lo travaseremo su una ciotola poco più grande del palloncino.
Facciamo raffreddare il cioccolato potremo usarlo quando arriva a 28c°. Se non avete un termometro da cucina, capirete che il cioccolato è pronto quando lo sentirete appena tiepido.
Gonfiamo i palloncini ma non troppo, dovranno restare piccolini. Ungiamo la base dei palloncini con un foglio di carta assorbente imbevuto di olio, così il palloncino si staccherà meglio dal cioccolato.
Su un vassoio foderato con della carta forno, versiamo una piccola quantità di cioccolato che farà da base per la ciotola. Intingiamo il palloncino affondandolo e ruotandolo nel cioccolato in modo tale che lo avvolga bene e in maniera uniforme (come potete vedere nel video). Facciamo scolare l’eccesso e adagiamo il palloncino sulla base.
Teniamo in frigo per 20 minuti affinché il cioccolato indurisca.
Nel frattempo tagliamo le fragole e montiamo la panna.
Per rompere i palloncini facciamo un taglietto con le forbici così che l’aria fuoriesca lentamente, poi con delicatezza li rimuoviamo.
Riempiamo le nostre ciotole con la panna e decoriamo con le fragole e le codette di cioccolato.
CONSIGLI
_ È importante la temperatura del cioccolato perché se quest’ultimo è troppo caldo farà scoppiare il palloncino.
_ In oltre con una giusta temperatura il cioccolato risulterà più denso e quindi più spesso, rendendo le nostre ciotole meno fragili.
_ Se usate palloncini troppo grandi, otterrete una ciotola troppo bassa.
❤︎ Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:

Please follow and like us:
error0

Ricetta dei Maritozzi Marchigiani fatti in casa. Sono panini dolci e morbidi con all’interno l’uvetta e una glassa di zucchero sopra. Buonissimi così, ottimi farciti con una crema di nocciole. Si possono mangiare a colazione o a merenda, inoltre nella mia città è tradizione mangiarli il giovedì santo. Sono prodotti da forno e realizzarli in casa è possibile occorre solo un po di tempo, seguitemi e vi mostro come fare.
Guarda il video tutorial


COSA SERVE per 13-14 Maritozzi
Per il lievitino:
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 80 ml di latte tiepido
  • 160 gr di farina “0”

Per l’impasto:

  • il lievitino
  • 340 gr di farina “0”
  • 80 gr di zucchero
  • la buccia grattugiata di 1 arancia
  • 70 ml di olio
  • 1 uovo intero
  • 2 tuorli
  • 80 ml di latte
  • 10 gr di sale
  • 130 gr di uvetta

Per la glassa:

  • albume (i 2 tenuti da parte)
  • 130 gr di zucchero a velo
PROCEDIMENTO

Per il lievitino In una terrina mettiamo il lievito di birra sbriciolato, versiamo sopra il latte tiepido e mescoliamo per far sciogliere il lievito. Uniamo la farina ed amalgamiamo fino a formare una palla. Copriamo la terrina con la pellicola e lasciamo lievitare per 30 minuti, dentro il forno spento ma con la luce accesa.
Per l’impasto Usiamo l’impastatrice con il gancio, mettiamo il lievitino e mentre gira aggiungiamo un po alla volta la farina poi lo zucchero, la buccia grattugiata dell’arancia, l’olio, l’uovo intero, i due tuorli, il latte e in ultimo il sale. Impastiamo per qualche minuto fino ad ottenere una pasta liscia, elastica e lavorabile. Quindi la lavoriamo un pochino nella spianatoia per dargli la forma di una palla e la mettiamo in una terrina, copriamo con la pellicola e facciamo lievitare dentro il forno spento ma con la luce accesa. Dovrà raddoppiare di volume, occorreranno almeno 2 ore.
Facciamo rinvenire l’uvetta Teniamola in ammollo completamente ricoperta d’acqua, la lasceremo così finché la pasta non avrà lievitato poi la strizzeremo e l’aggiungeremo all’impasto.
Riprendiamo l’impasto Mettiamo l’impasto lievitato sulla spianatoia, con le mani lo appiattiamo allargandolo e vi mettiamo sopra l’uvetta scolata e strizzata poi lavoriamolo per qualche minuto. 
Diamo forma ai maritozzi Porzioniamo l’impasto in pezzi da 80 gr l’uno, con le mani formiamo dei cilindri lunghi circa 10 cm affusolandone le estremità, li mettiamo su una teglia rivestita con carta forno e li premiamo un pochino per appiattirli. Copriamo la teglia con la pellicola e lasciamo lievitare per 1 ora.
Cottura dei maritozzi Cuociamo i maritozzi in forno già caldo, statico, nella griglia centrale a 180c° per 20 minuti, dovranno avere un colore brunito. 
Prepariamo la glassa Mentre i maritozzi cuociono prepariamo la glassa con gli albumi tenuti da parte e 130 gr di zucchero a velo; lavoriamo gli albumi con uno sbattitore elettrico e mano mano versiamo lo zucchero, lavoriamo fino ad ottenere una glassa perfettamente liscia e densa.
Trascorsi i venti minuti di cottura dei maritozzi tiriamoli fuori dal forno e pennelliamoli sopra con la glassa (come potete vedere nel video) mettiamoli di nuovo in forno affinché la glassa asciughi, occorreranno circa 2 minuti, fate attenzione basta poco di più e la glassa cuoce troppo, ingiallendo.
Fate raffreddare i maritozzi su una gratella e fate raffreddare completamente prima di mangiarli. 
CONSIGLI
– 2 minuti per far asciugare la glassa passano in fretta, vi consiglio di non allontanarvi dal forno e di controllare a vista i vostri maritozzi dacché ogni forno cuoce in modo diverso.
– I maritozzi sono buoni così come sono e diventano ottimi se farciti con della crema di nocciole.
– Il vero maritozzo marchigiano ha l’uvetta ma se qualcuno non la gradisce potete non metterla.
– Io ho disposto i maritozzi su due teglie e le ho infornate una alla volta per ottenere una cottura migliore.
– La glassa avanzata potete conservarla in frigo coprendo la terrina con la pellicola. Potrete utilizzarla versandola sopra un plumcake o sopra una ciambella. Se non volete che avanzi fate la glassa con: 30 gr di albume e 50 gr di zucchero a velo.

❤︎ Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:

Please follow and like us:
error0

Quando ho deciso di fare questo dolce,  mi sono informata e come spesso accade ho trovato molte varianti della Cassata. Ho consultato dei vecchi libri di ricette che ho in casa, ho fatto delle ricerche su libri ancora più datati e di cucina Siciliana che mi ha gentilmente  prestato la mia cara amica Livia, poi sono passata a consultare anche le ricette nel Web. Ho scelto di attenermi alle ricette più vecchie, ma essendoci diverse scuole di pensiero, vi lascio qualche variante per chi preferisce o trova migliore altre versioni, dacché la quantità di ricotta, di pan di spagna, di marzapane e il modo di assemblare la Cassata non cambia. 
Per cui se: 
1) Nella farcia non volete mettere lo sciroppo ma solo lo zucchero potete farlo, la dose dello zucchero rimane la stessa e lo aggiungete direttamente alla ricotta. Potete anche non mettere i canditi, i pistacchi e la cannella, ma usare solo le gocce di cioccolato nella stessa dose. 
2) Se preferite non bagnare il pan di spagna potete farlo, la Cassata manterrà comunque la forma, potete anche cambiare il liquore per la bagna usando il maraschino. 
3) Se non volete usare la ghiaccia ma una glassa sappiate che la quantità dello zucchero è sempre la stessa ma dovrete sostituire l’albume con dell’acqua, ne aggiungete poca alla volta quanto basta per ottenere una consistenza densa e cremosa.
Ma ora vi lascio alla mia ricetta, buona lettura e buona visione. Ciao, Michaela.
GUARDA ANCHE IL TUTORIAL
COSA SERVE
Per il pan di spagna da 500 gr:
  • stampo da 25 cm
  • 5 uova intere
  • 150 gr di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 75 gr di farina 00
  • 75 gr di fecola
  • 1 bustina di vanillina

Procedimento

Preriscaldiamo il forno a 160c°, imburriamo e infariniamo uno stampo da 25 cm. In una planetaria o con le fruste elettriche, montiamo le uova con lo zucchero e un pizzico di sale, montiamo per 10 – 12 minuti, fino ad ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso. Mescoliamo assieme  farina,  fecola e  vanillina, le setacciamo sopra al composto di uova e con un cucchiaio amalgamiamo con delicatezza  per non smontare il composto. Cuociamo in forno gia caldo, nella griglia bassa, funzione statica, a 160c° per 50 minuti. Il pan di spagna sarà ben cotto quando infilando uno stecchino questo uscirà asciutto e pulito e il bordo del dolce sarà staccato dalle pareti dello stampo.

Per il marzapane da 250 gr:

  • 125 gr di farina di mandorle
  • 125 gr di zucchero a velo
  • 20 gr di albume pastorizzato
  • 3 o 4 gocce di essenza di mandorle
  • colorante in gel verde

Procedimento:

In una terrina mescoliamo la farina di mandorle con lo zucchero. A parte battiamo l’albume senza però montarlo poi vi aggiungiamo l’essenza di mandorla e il colorante in gel, mescoliamo e versiamo nella terrina. Facciamo amalgamare con un cucchiaio poi impastiamo con le mani fino ad ottenere un panetto liscio e uniforme. Copriamo con la pellicola e teniamo in frigo. Meglio preparare il marzapane il giorno prima, sarà meno appiccicoso, quindi più facile da lavorare.
Per la farcia:

  • 100 ml di acqua
  • 250 gr di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia
  • 800 gr di ricotta di pecora freschissima
  • poche gocce di essenza ai fiori d’arancio
  • 150 gr di gocce di cioccolato fondente
  • 70 gr di arancia candita
  • 20 gr di pistacchi tritati
  • 1 cucchiaino raso di cannella in polvere

Procedimento:

Preparate lo sciroppo mettendo un pentolino, l’acqua, lo zucchero, i semini con la bacca di vaniglia e facciamo sciogliere lo zucchero. Facciamo intiepidire.
Passiamo al setaccio la ricotta dopodiché la lavoriamo con una frusta a mano fino a renderla soffice e cremosa,  ora aggiungiamo un po alla volta lo sciroppo e quando sarà ben amalgamato uniamo le gocce di cioccolato, l’arancia candita, i pistacchi tritati e la cannella, mescoliamo bene il tutto e mettiamo in frigo.
Per la bagna:

  • 100 ml d’acqua
  • 50 gr di zucchero
  • 25 ml di rum bianco
  • la buccia del limone
Procedimento:
In un pentolino versiamo tutti gli ingredienti e facciamo bollire per un paio di minuti. Facciamo raffreddare prima di usarla.

Per la Ghiaccia Reale: (per ricoprire la Cassata)

  • 350 gr di zucchero a velo
  • 70 gr di albume pastorizzato
  • qualche goccia di limone

Procedimento:

In una terrina mettiamo l’albume e il limone, lavoriamo con le fruste elettriche mentre aggiungeremo un po alla volta lo zucchero, lavoriamo fino ad ottenere una crema densa, e liscia. La ghiaccia andrà versata sopra la Cassata e stesa lungo il bordo. Tenete un oretta il dolce in frigo.

 Per la ghiaccia Reale: (per decorare)

  • un conetto di carta
  • 150 gr di zucchero a velo
  • 30 gr di albume pastorizzato
  • qualche goccia di limone

Procedimento:
Procediamo come descritto sopra ma versiamo la ghiaccia dentro un conetto di carta forno.

Per decorare:

  • frutta mista candita

Procedimento:

Disponete la frutta candita sopra la Cassata ricreando un fiore come più vi piace.

COME PROCEDERE PER ASSEMBLARE LA CASSATA:
– Preparate il pan di spagna ed il marzapane il giorno prima se volete farli in casa, altrimenti potete acquistarli.
– Iniziate con il preparare la bagna con cui bagnare il pan di spagna e lo sciroppo che aggiungerete alla ricotta poiché dovranno raffreddare.
– Mentre si raffreddano preparate lo stampo rivestendolo con la pellicola trasparente. – Tagliate poi a fette da 1 cm il pan di spagna e stendete il marzapane in uno spessore di 1/2 cm.
– Ritagliate un cartoncino dandogli la forma di un trapezio avente la stessa altezza del bordo dello stampo, quindi usatelo come sagoma per intagliate il pan di spagna ed il marzapane. Intagliate pezzi quanto bastano per rivestire il bordo dello stampo, mettendoli in modo alternato come potete vedere nel video.
– Rivestite ora il fondo dello stampo con le strisce di pan di spagna, coprite completamente il fondo non dovranno rimanere buchi vuoti.
– Bagnate con un pennello il pan di spagna.
– Versate  la farcia e livellate bene.
– Ricoprite con altre strisce di pan di spagna, anche in questo caso non lasciate buchi vuoti e bagnatelo.
– Posizionate sopra il piatto di portata, centratelo bene e premete un pochino, poi tenete in frigo per almeno 3 ore.
 – Tolto dal frigo capovolgete lo stampo con il piatto, togliete quindi lo stampo e la pellicola.
– Preparate la ghiaccia reale e versatela sopra alla Cassata, con una spatola distribuitela anche lungo i bordi. Tenete il dolce in frigo per 1 ora.
– Preparate l’atra ghiaccia reale da mettere dentro il conetto di carta (come fare il conetto potete vederlo nel video). Disegnate dei ghirigori lungo il bordo del dolce.
–  Per finire, decorate la Cassata con la frutta candita,  ricreando a vostro piacimento un fiore.


❤︎ Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:

Please follow and like us:
error0

Fare la Colomba di Pasqua in casa è semplice ma organizzati bene la giornata perchè la sua preparazione è lunga. Deve infatti lievitare tre volte ma non impressionarti, nulla di difficile!

         Guarda la video ricetta della Colomba di Pasqua senza canditi e senza uvetta


COSA SERVE per uno stampo da 750g
PER LA BIGA:
  • 40 ml di acqua tiepida
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 50 g di farina manitoba

PER IL 1° IMPASTO:

  • 200 g di farina manitoba
  • 120 g di zucchero semolato
  • 50 g di burro morbido
  • 50 ml di latte tiepido
  • 1 bustina di vanillina
  • la buccia grattugiata di 1 arancia grande
  • la buccia grattugiata di 1 limone grande
  • 1 uovo intero
  • 1 pizzico di sale

PER IL 2° IMPASTO:

  • 50 g di farina manitoba
  • 100 g di burro morbido
  • 1 uovo intero
  • 20 ml di anice

PER LA GLASSA:

  • 2 albumi
  • 50 g di zucchero di canna
  • 80 g di farina di mandorle
  • 50 g di mandorle non spellate
  • 50 g di granella di zucchero

PROCEDIMENTO:

Per preparare la biga metti in una terrina l’acqua tiepida e il lievito sbriciolato, quando si sarà sciolto aggiungi la farina e impasta fino ad ottenere un panetto morbido, umido ed elastico. Copri con la pellicola trasparente e lascia lievitare per 30 minuti (dovrà raddoppiare di volume).
Per il 1° impasto versa la farina sopra la biga, poi versa lo zucchero, il burro morbido, il latte tiepido, la vanillina, la buccia grattugiata di un’arancia e quella di un limone, poi un uovo intero a temperatura ambiente e per finire un pizzico di sale. Amalgama il tutto e mescola per diversi minuti, dopodichè copri con la pellicola e metti a lievitare in forno spento ma con la luce accesa per 3 o 4 ore.
Per il 2° impasto aggiungi di nuovo la farina, il burro morbido, un uovo intero a temperatura ambiente e l’anice. Fai amalgamare e mescola energicamente per qualche minuto poi copri ancora una volta con la pellicola e fai lievitare in forno spento ma con la luce accesa per almeno 3 ore.
Per la glassa è ora di preparare la glassa ma prima togli l’impasto dal forno e preriscaldalo a 180°. In una piccola terrina sbatti con una forchetta i due albumi e quando inizia a formarsi la schiuma aggiungi gradualmente lo zucchero di canna e quando questo sarà ben amalgamato aggiungi anche la farina di mandorle sempre un po alla volta, dopodichè lascia riposare la glassa per 10 minuti.

Nel frattempo versa l’impasto nello stampo e versa sopra la glassa, poi cospargi la superficie con le mandorle e la granella di zucchero.
Cuoci in forno già caldo a 180°, statico, nella griglia centrale, per 50 minuti circa, quindi controlla la giusta cottura con lo stecchino che ne dovrà uscire asciutto e pulito. Spegni il forno e apri leggermente lo sportello, quindi lascia la colomba raffreddare completamente.


Una volta che la colomba è ben fredda chiudila in un sacchetto di plastica per alimenti e si conserverà per una settimana.

Grazie per essere passati sul mio blog

per restare aggiornati con nuove ricette
Please follow and like us:
error0

COSA SERVE PER UNO STAMPO DA 750 G:

  • stampo per colomba da 750 g in carta
  • zucchero a velo per guarnire a piacere
Per la biga (lievitino)
  • 40 ml di aqua tiepida
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 50 g di farina manitoba 

Per il 1° impasto

  • 200 g di manitoba
  • 120 g di zucchero semolato
  • 50 g di burro morbido
  • 50 ml di latte tiepido
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 uovo (tuorlo e albume)
  • la buccia grattugiata di una arancia
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1 pizzico di sale

Per il 2° impasto

  • 100 g di burro morbido
  • 50 g di farina manitoba
  • 1 uovo (tuorlo e albume)
  • 20 ml di anice

Per la glassa

  • 2 albumi
  • 50 g di zucchero di canna
  • 80 g di farina di mandorle
  • 50 g di mandorle intere non spellate
  • 50 g di granella di zucchero

PROCEDIMENTO:
Per la biga
In una terrina versa l’acqua tiepida e il lievito di birra sbriciolato, mescola fino a completo scioglimento dopodichè incorpora la farina, continua a mescolare e in breve otterrai un’impasto morbido, umido ed elastico. Copri la terrina con la pellicola trasparente e fai lievitare per 30 minuti, dovrà raddoppiare di volume.

Per il 1°impasto
Per lavorare l’impasto puoi usare anche l’impastatrice con il gancio e a velocità media.
Aggiungi alla biga la farina, lo zucchero, il burro morbido, il latte tiepido, la vanillina, l’uovo, il sale, la buccia grattugiata del limone e dell’arancia e mescola bene.
Copri con la pellicola trasparente e metti a lievitare in forno spento ma con luce accesa per 3-4 ore, l’impasto dovrà triplicare.

Per il 2° impasto
A questo punto aggiungi la farina, il burro morbido, l’uovo e l’anice, mescola energicamente per qualche minuto, copri la terrina con la pellicola trasparente e fai lievitare in forno spento ma con luce accesa per almeno 3 ore.
Terminata quest’ultima lievitazione versa nello stampo distribuendo uniformemente il composto e procedi preparando la glassa.

Per la glassa
In una piccola terrina sbatti con una forchetta gli albumi per qualche minuto e senza smettere di mescolare aggiungi lo zucchero poi la farina di mandorle e versa nello stampo. Cospargi in modo uniforme con il dorso di un cucchiaio e aggiungi le mandorle con la granella di zucchero.
Ora accendi il forno a 180° e quando arriva a temperatura metti la colomba nella griglia centrale per 50 minuti circa, verifica la giusta cottura con uno stecchino che infilato al centro dovrà uscirne asciutto e pulito.
Lascia la colomba nel forno spento ma con lo sportello socchiuso per 10 minuti poi fai raffreddare completamente su una gratella dopodichè a piacere puoi spolverizzare la colomba con dello zucchero a velo setacciato.

CONSIGLI
-E’ consigliabile far raffreddare la colomba capovolta e sollevata infilando due ferri (tipo quelli che si usano per gli spiedini) radente alla base e appoggiati a due rialzi (tipo scatole o polistirolo) fino a completo raffreddamento.
Ciò serve per mantenere la parte sopra della colomba gonfia e arrotondata.
-Conserva la colomba in un sacchetto per alimenti ben chiuso, assicurandosi prima che la colomba sia completamente fredda e asciutta, si manterrà per una settimana.
-Per presentare o regalare la colomba una volta chiusa nel sacchetto per alimenti fai una bella confezione utilizzando la carta tessuto con dei fiori finti come nella foto o incartandola con la carta delle uova pasquali con una bella e grande coccarda.
Grazie per essere passati sul mio blog
per restare aggiornati con nuove ricette
Please follow and like us:
error0

La pizza al formaggio è una ricetta tipica delle Marche che noi chiamiamo 
“Crescia di Pasqua”appunto perchè viene fatta per le feste di Pasqua e Pasquetta. 
Da marchigiana che sono non posso non condividere con voi questa ricetta anche se non si tratta di una ricetta dolce ma salata.
Avendo la Crescia di Pasqua un posto autorevole nella tradizione gastronomica Marchigiana ho deciso di darle un degno posto in mezzo ai tanti dolci di questo Blog.
 Anche oggi, come tutti gli anni, in questo periodo ho preparo la pizza al formaggio che come tradizione vuole si usa mangiare il giorno di Pasqua, per colazione o come antipasto accompagnata da salumi. 
Si usa mangiarla anche il Lunedì dell’Angelo per la “scampagnata di Pasquetta” si presta molto bene per essere trasportata nel cesto da picnic e gustata con formaggi, uova sode e salumi in particolare con il ciauscolo di Visso.


COSA SERVE 
Per due pizze al formaggio da 1kg l’una
  • 1 kg di farina 0
  • 6 uova (tuorlo e albume)
  • 200 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 100 g di Pecorino grattugiato
  • 150 g di Emmental a cubetti (facoltativo)
  • 50 g di lievito di birra fresco (2 cubetti)
  • 1 cucchiaino di zucchero 
  • 100 ml di latte 
  • 100 ml d’acqua
  • 150 ml d’olio di semi
  • 100 g di burro fuso
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino di pepe
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 2 stampi grandi con bordo alto (come quello per panettone)
  • burro e farina per gli stampi

PROCEDIMENTO

Ungi con il burro e infarina gli stampi.
Fai sciogliere il lievito di birra sbriciolato in una tazza capiente contenente il latte tiepido e lo zucchero, mescola e lascia riposare per 10 minuti, dovrà formarsi una schiuma.
Versa la farina, il parmigiano, il pecorino e il sale su una terrina grande e capiente o sulla spianatoia, mescola il tutto e forma un buco al centro dove metterai le uova, la noce moscata, il pepe ed la buccia grattugiata del limone e sbatti con una forchetta.
Continuando a mescolare aggiungi l’acqua, l’olio e il burro fuso caldo.
In ultimo versa il latte con il lievito e amalgama agli altri liquidi poi incorpora la farina.
Quando l’impasto si è rappreso trasferiscilo sulla spianatoia infarinata e lavoralo per almeno cinque minuti. Non dovresti avere bisogno di aggiungere altra farina, l’impasto dovrà essere morbido, elastico umido e non dovrà attaccarsi alla spianatoia.
Dividi l’impasto in due parti, prendine una appiattiscila e allargala con le mani e metti sopra metà dell’emmental tagliato a cubetti di circa 1 cm. 
Ripiega i bordi verso l’interno e massaggiando l’impasto forma una palla che metterai nello stampo.
Spennella la superficie con del burro fuso e fai la stessa cosa con l’altra parte d’impasto.
Fai lievitare in forno, tiepido 30°, coperti con un canovaccio nella griglia centrale per circa due ore o fino al raddoppio del volume.
A questo punto togli il canovaccio lasciando gli stampi in forno,  porta la temperatura a 200° dopodichè fai cuocere per 35 minuti circa, per verificare la giusta cottura fai la prova con lo stecchino che infilato al centro dovrà uscire asciutto e pulito.
Lascia la crescia per altri dieci minuti nel forno spento e con lo sportello socchiuso, dopodichè fai raffreddare in una gratella e togli dallo stampo solo quando è fredda.
Il giorno seguente chiudi la crescia in un sacchetto per congelatore, si manterrà per una settimana.

CONSIGLI
-Se no hai due stampi grandi usane tre piccoli.
-L’emmental a cubetti puoi non aggiungerlo ma a mio parere è un valore aggiunto.

Grazie per essere passati sul mio blog
per restare aggiornati con nuove ricette
Please follow and like us:
error0