PARIS BREST CON CREMA PANNA E FRAGOLE con video ricetta

Il Paris Brest è un dolce della cucina francese, creato dal Pasticcere Luis Durand nel 1891 per commemorare la corsa ciclistica Paris-Brest-Paris. Divenne da prima un dolce popolare tra i ciclisti per l’apporto energetico che conferiva e successivamente si diffuse su tutte le Pasticcerie della Francia. La sua forma circolare rappresenta la ruota della bicicletta, è fatta con la Pasta Choux (pasta per bignè) ricoperta con mandorle a scaglie e farcita con crema Mousseline; vale a dire una crema pasticcera con l’aggiunta di burro. Questa che vi ho appena descritto è la versione originale, la più classica, ma con un po di fantasia o seguendo i propri gusti il Paris Brest può essere farcito in svariati modi. La ricetta del Paris Brest che vi lascio è ripieno di crema pasticcera, panna montata e fragole a pezzetti, mentre sopra è decorato con ciuffetti di panna e fragole tagliate a ventaglio. Nel caso vogliate fare questo dolce e non ci sono le fragole fresche di stagione potete prendere spunto da un altro Paris Brest che ho fatto, con una crema al gianduia e della panna al caffè, per visualizzare la ricetta cliccate qui: Paris Brest con crema gianduia e panna al caffè 

Detto ciò vi lascio alla ricetta scritta e al video dimostrativo. 
Un caro saluto e alla prossima ricetta. 
Michaela.
VIDEO TUTORIAL
COSA SERVE per 12-14 porzioni
Per la pasta Choux:
  • 150 gr di burro
  • 200 ml di acqua
  • 4 gr di sale
  • 200 gr di farina 00
  • 5 uova medie
  • 1 tuorlo + 1 cucchiaio d’acqua
  • 20 gr di mandorle a scaglie
  • sac a poche con beccuccio da 1 cm  

Per la farcitura

panna montata:
  • 250 ml di panna vegetale già zuccherata
crema pasticcera:
  • 4 tuorli
  • 100 gr di zucchero
  • 20 gr di maizena
  • 20 gr di farina 00
  • 500 ml di latte
  • buccia di limone

fragole

  • fragole tagliate a pezzetti

Per decorare:

  • panna montata (quella che avanza dalla farcitura)
  • fragole tagliate a ventaglio

PROCEDIMENTO

Per preparare la pasta choux mettete in una casseruola l’acqua, il burro a pezzi e il sale, appena arriva a bollore versate tutta la farina e mescolare con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto inizierà a sfrigolare e si staccherà dalle pareti della casseruola assumendo la forma di una palla. Trasferite l’impasto in una terrina e lasciare intiepidire o meglio ancora raffreddare.

A questo punto aggiungete le uova, uno alla volta, aggiungerete il secondo solo quando il primo sarà ben amalgamato e così via. Dovrete ottenere un impasto liscio e denso (al punto che se lasciate il cucchiaio di legno, esso dovrà rimanere dritto). Ora mettete l’impasto in un sac a poche con beccuccio da 1 cm.

Su un foglio di carta forno disegnate con la matita un cerchio dal diametro di 18 o 20 cm, mettete il foglio capovolto su una teglia da forno (così che la matita non verrà a contatto con l’impasto) e ungete gli angoli della teglia con poco burro morbido, ciò farà da collante e il foglio resterà fermo.
Ora con il sac a poche fate scendere l’impasto lungo  la circonferenza tracciata e fate altri due cerchi verso l’esterno ( in totale tre cerchi ), poi sopra questi tre cerchi tracciatene altri due e sopra a questi ancora uno (mi è avanzato un po d’impasto con il quale ho fatto bei bignè).
Sbattete un tuorlo con un cucchiaio d’acqua e spennellate sull’impasto poi cospargete le mandorle su tutta la superficie.
Mettere in forno già caldo, funzione statico, nella griglia centrale e cuocete a 200c per 25 minuti poi abbassate la temperatura a 170c e fate cuocere per altri 25 minuti, a cottura ultimata dovrà risultare ben dorato. Lasciatelo ancora 10 minuti nel forno spento ma con lo sportello socchiuso.
Per preparare la crema pasticcera mettete a scaldare il latte in una casseruola e mettete anche la buccia di limone. Nel frattempo in una terrina battete i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare chiari, ora incorporate la farina poi la maizena e ottenuto un composto omogeneo versate il latte caldo in più volte mescolando bene. Travasate tutto nella casseruola e fate cuocere la crema mescolando continuamente fino a farla addensare. Spegnete la fiamma, versare la crema in una terrina e coprirla con la pellicola trasparente a diretto contatto e lasciar raffreddare completamente.
Per preparare la panna dovrete versare la panna fredda di frigorifero in una terrina e montare bene con uno sbattitore elettrico.
Per assemblare il Paris Brest  tagliare a metà la ruota di pasta choux che nel frattempo si sarà freddata, utilizzate un coltello seghettato. Farcitela usando un sac a poche con beccuccio a stella grande, fate un primo  strato di crema poi mettete delle fragole tagliate a pezzi, sopra un secondo strato con la panna e coprite .
Decorate la parte sopra del Paris Brest con la panna avanzata facendo dei ciuffetti da alternare alle fragole tagliate a ventaglio.

CONSIGLI
* Nella ricetta sono previste 5 uova medie che vanno aggiunte una alla volta, ciò per evitare di ottenere un impasto troppo morbido; vale a dire che se la consistenza dell’impasto è soda al punto giusto al quarto uovo possiamo non mettere il quinto ( dipende dalla grandezza delle uova).
* Per ottenere un Paris Brest asciutto e croccante seguite alla lettera il metodo di cottura e non avrete problemi; forno già caldo, modalità statico, griglia centrale 200c per 25 minuti così crescerà bene di volume poi abbassate la temperatura a 170c e cuocete per altri 25 minuti così la pasta choux avrà modo di asciugare bene.
* Se non si trovano le fragole fresche di stagione potete fare un Paris Brest con crema al gianduia e panna al caffè

…**………………………….**………………………….**…

Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:
YouTube
facebook
Google+
Instagram
Twitter
…**………………………….**…………………………..**….

PARIS BREST con video ricetta

Il Paris Brest è un dolce della cucina francese, creato dal Pasticcere Luis Durand nel 1891 per commemorare la corsa ciclistica Paris-Brest-Paris. Divenne da prima un dolce popolare tra i ciclisti per l’apporto energetico che conferiva e successivamente si diffuse su tutte le Pasticcerie della Francia. La sua forma circolare rappresenta la ruota della bicicletta, è fatta con la Pasta Choux (pasta per bignè) ricoperta con mandorle a scaglie e farcita con crema Mousseline; vale a dire una crema pasticcera con l’aggiunta di burro. Io l’ho fatta a modo mio, con una crema al gianduia e della panna al caffè. Ed ora che vi ho raccontato un po la storia di questo dolce e qualora vi sia venuta voglia di farlo, vi lascio alla ricetta scritta e al video dimostrativo.
Vi lascio anche un altra versione del Paris Brest, per visualizzarla cliccate qui: Paris Brest con crema, panna e fragole


GUARDA ANCHE IL VIDEO

COSA SERVE per 10-12 porzioni
Per la pasta choux:
  • 200 ml d’acqua
  • 150 gr di burro
  • 4 gr di sale
  • 200 gr di farina 00
  • 5 uova *medie*
  • 1 tuorlo + 1 cucchiaio d’acqua
  • 40 gr di mandorle a lamelle
  • sac a poche con beccuccio da 1 cm

Per la crema al gianduia:

  • 4 tuorli
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 20 gr di farina
  • 20 gr di maizena (amido di mais)
  • 500 ml di latte
  • 100 gr di cioccolato gianduia

Per la panna al caffè:

  • 200 ml di panna vegetale già zuccherata
  • 80 ml di caffè espresso *freddo*

Per decorare:

  • zucchero a velo

PROCEDIMENTO

Per preparare la pasta choux mettete in una casseruola l’acqua, il burro a pezzi e il sale, appena arriva a bollore versate tutta la farina e mescolare con un cucchiaio di legno fino a che l’impasto inizierà a sfrigolare e si staccherà dalle pareti della casseruola assumendo la forma di una palla. Trasferite l’impasto in una terrina e lasciare intiepidire o meglio ancora raffreddare.

A questo punto aggiungete le uova, uno alla volta, aggiungerete il secondo solo quando il primo sarà ben amalgamato e così via. Dovrete ottenere un impasto liscio e denso (al punto che se lasciate il cucchiaio di legno, esso dovrà rimanere dritto). Ora mettete l’impasto in un sac a poche con beccuccio da 1 cm.
Su un foglio di carta forno disegnate con la matita un cerchio dal diametro di 20 cm, mettete il foglio capovolto su una teglia da forno (così che la matita non sarà a contatto con l’impasto) e ungete gli angoli della teglia con poco burro morbido, ciò farà da collante e il foglio resterà fermo.
Ora con il sac a poche fate scendere l’impasto lungo  la circonferenza tracciata e fate altri due cerchi verso l’esterno ( in totale tre cerchi ), poi sopra questi tre cerchi tracciatene altri due e sopra a questi ancora uno (mi è avanzato un po d’impasto con il quale ho fatto bei bignè).
Sbattete un tuorlo con un cucchiaio d’acqua e spennellate sull’impasto poi cospargete le mandorle su tutta la superficie.
Mettere in forno già caldo, funzione statico, nella griglia centrale e cuocete a 200c per 25 minuti poi abbassate la temperatura a 170c e fate cuocere per altri 25 minuti, a cottura ultimata dovrà risultare ben dorato. Lasciatelo ancora 10 minuti nel forno spento ma con lo sportello socchiuso.
Per preparare la crema al gianduia mettete a scaldare il latte in una casseruola. Nel frattempo in una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare chiari, ora incorporate la farina poi la maizena e ottenuto un composto omogeneo versate il latte caldo in più volte mescolando bene. Travasate tutto nella casseruola e fate cuocere la crema mescolando continuamente fino a farla addensare. Spegnete la fiamma e versatevi il cioccolato gianduia precedentemente tritato, un ultima mescolata e non rimane che versare la crema in una terrina e coprirla con la pellicola trasparente a diretto contatto e lasciare raffreddare completamente.
Per preparare la panna al caffè dovrete versare la panna fredda di frigorifero in una terrina, aggiungervi il caffè espresso anch’esso freddo e montare bene con uno sbattitore elettrico.
Per assemblare il Paris Brest dovrete tagliare a metà la ruota di pasta choux che nel frattempo si sarà freddata, utilizzate un coltello seghettato. Farcitela usando un sac a poche con beccuccio a stella grande, fate un primo  strato di crema al gianduia e sopra un secondo strato con la panna al caffè, coprite  e spolverizzate con dello zucchero a velo.

CONSIGLI
* Nella ricetta sono previste 5 uova medie che vanno aggiunte una alla volta, ciò per evitare di ottenere un impasto troppo morbido; vale a dire che se la consistenza dell’impasto è soda al punto giusto al quarto uovo possiamo non mettere il quinto ( dipende dalla grandezza delle uova).
* Per ottenere un Paris Brest asciutto e croccante seguite alla lettera il metodo di cottura e non avrete problemi; forno già caldo, modalità statico, griglia centrale 200c per 25 minuti così crescerà bene di volume poi abbassate la temperatura a 170c e cuocete per altri 25 minuti così la pasta choux avrà modo di asciugare bene.
* Potete visualizzare un’ altra versione del Paris Brest cliccando qui: Paris Brest con crema, panna e fragole

…**………………………….**………………………….**…

Grazie per essere passati sul mio blog
potete seguirmi anche su:
YouTube
facebook
Google+
Instagram
Twitter
…**………………………….**…………………………..**….

    CHURROS CON CIOCCOLATO CALDO con video ricetta

    I Churros arrivano dalla Spagna, sono dei dolcetti fritti che vanno intinti nel cioccolato caldo. Chiunque sia andato in Spagna li avrà sicuramente visti e magari mangiati nelle bancarelle in strada. Uno sfizioso spuntino da gustare in qualunque momento e gli spagnoli usano anche mangiarli a colazione la domenica. Esistono due versioni dei Churros, uno prevede l’utilizzo delle uova l’altro no. L’impasto senza uova rimane più duro e compatto per cui è necessario l’utilizzo di una siringa per churros, mentre quello con le uova rimane più morbido per cui  si può usare il sac a poche. I Churros sono diffusi anche in Sud America dove però li farciscono con dulce de leche.


    GUARDA ANCHE IL VIDEO
    COSA SERVE
    • 250 ml d’acqua
    • un pizzico di sale
    • 125 gr di burro
    • 160 gr di farina
    • 3 uova medie
    • olio per friggere
    • zucchero e cannella (facoltativa) 
    • sac a poche
    PROCEDIMENTO
    * In una casseruola versare l’acqua, un pizzico di sale e il burro, far sciogliere completamente il burro e quando affiorano le prime bollicine versare la farina tutta in una volta * Mescolare subito con un cucchiaio di legno per far assorbire bene la farina * Quando la farina si sarà assorbita e l’impasto inizia ad addensarsi spegnere la fiamma * Continuare a mescolare fino a che l’impasto si stacca dalle pareti della casseruola e prende la forma di una palla(come puoi vedere nel video)

    * Trasferisci l’impasto in una planetaria con il gancio e fai andare affinché si raffreddi prima * Solo quando l’impasto sarà completamente freddo aggiungere le uova intere, una alla volta, solo quando l’uovo sarà completamente amalgamato aggiungere l’altro * Trasferire l’impasto in un sac a poche con beccuccio a stella 
    * Scaldare l’olio che dovrà essere ben caldo, 180c e spremere il sac a poche sopra la pentola, tagliando con le forbici l’impasto ogni 8 cm circa * Friggere i churros un minuto per lato, scolarli e adagiarli su carta assorbente
    * In un piatto mescolare assieme lo zucchero con la cannella (facoltativa) e passarvi i churros ancora caldi 
    * Intingere i churros caldi nel cioccolato caldo
    CONSIGLI
    * Affinché i churros vengano croccanti e non imbevuti d’olio, sarà fondamentale la giusta temperatura dell’olio che dovrà essere ben caldo 180c, (quando immergete i churros devono crearsi attorno molte bollicine)
    * La cannella è facoltativa, ci sta molto bene, ma se non la gradite potete non metterla
    * I churros sono più buoni se mangiati ancora caldi
    …**………………………….**………………………….**…
    Grazie per essere passati sul mio blog
    potete seguirmi anche su:

    …**………………………….**…………………………..**….

    BIGNE’ CON CHANTILLY AL BISCOTTO E FRAGOLE vido tutorial

    In questo video trovate la ricetta per la pasta choux che vi consiglio di provare a fare poichè, con pochissimi ingredienti e una semplice preparazione si ottengono dei bignè più buoni e più economici di quelli compri. 


                                                    COSA SERVE per 18 bignè grandi
    Per la pasta choux:
    • 80 g di burro
    • 250 ml d’acqua
    • 1 pizzico di sale
    • 1 cucchiaio raso di zucchero semolato
    • 150 g di farina 00
    • 4 uova intere
    • la buccia grattugiata di 1/2 limone bio
    • teglia da forno
    • carta forno

    Per la chantilly al biscotto:

    • 400 ml di panna fresca 
    • 100 g di zucchero a velo
    • 1 bustina di vanillina
    • 50 g di biscotti al cacao sbriciolati

    Per decorare:

    • fragole
    • zucchero a velo

                     PER IL PROCEDIMENTO GUARDA IL VIDEO TUTORIAL SOPRA


    Grazie per essere passati sul mio blog 
    per restare aggiornati con nuove ricette

      ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE al forno

      W i Papà!!! e per festeggiarli ecco come preparare le “Zeppole di San Giuseppe al forno”. Queste zeppole, di origine napoletana, vengono preparate nel periodo di San Giuseppe, ossia il 19 Marzo, diventando così, il dolce tipico della festa del papà. Queste zeppole possono essere cotte in forno o fritte, ma volendo gustare un buon dolce non troppo calorico ve le propongo al forno.


                     Guarda la video ricetta tutorial delle Zeppole di San Giuseppe al forno


      COSA SERVE per 9-10 zeppole
      Per la pasta choux:

      • 250 ml d’acqua
      • 1 pizzico di sale
      • 80 g di burro
      • 150 g di farina 00
      • 1 cucchiaio raso di zucchero
      • 4 uova intere
      • carta forno 
      • sac a poche con beccuccio a stella grande

      Per 500 g di crema pasticcera:

      • 4 tuorli
      • 100 g di zucchero semolato
      • 20 g di farina 00
      • 20 g di maizena
      • 1 bustina di vanillina
      • la buccia del limone
      • 500 ml di latte

      Per decorare:

      • amarene sciroppate Fabbri
      • zucchero a velo

      PROCEDIMENTO
      Per la pasta choux: Preriscalda il forno a 180° e fodera la teglia del forno con la carta forno.
      In una casseruola metti l’acqua, un pizzico di sale e il burro, quando quest’ultimo sarà completamente sciolto e si formeranno le prime bollicine spegni la fiamma. Aggiungi tutta la farina miscelata con lo zucchero e lavora con un cucchiaio di legno, fino a completo assorbimento della farina. Ora rimetti la casseruola su fiamma dolce e mescola fino a che l’impasto si stacca dalle pareti e prenderà la forma di una palla.
      Versa l’impasto nel mixer e lavoralo con il gancio o la foglia per qualche minuto per far si che intiepidisca. Ora aggiungi le uova intere, una alla volta, solo quando il primo uovo sarà ben incorporato aggiungi l’altro e così via. (non necessariamente devi usare il mixer, puoi lavorare anche con una terrina e un cucchiaio di legno)
      Metti l’impasto in un sac a poche con beccuccio a stella grande e sulla teglia da forno forma una spirale dal diametro di 6-7 cm, fai un altro giro sopra al bordo esterno lasciando libero il centro e la prima zeppola è fatta, ora prosegui formando le altre.
      Cuoci in forno statico, sulla griglia centrale, a 180° per 45 minuti.
      Per la crema pasticcera: In una casseruola fai scaldare (non bollire) il latte con la buccia del limone, mentre in una terrina lavori con la frusta i tuorli e lo zucchero, quando ottieni una cremina chiara, aggiungi con un setaccio le farine e la vanillina poi mescola fino ad avere una consistenza liscia e compatta. A questo punto versa un po alla volta il latte caldo, al quale avrai già tolto la buccia del limone e mescola molto bene. Ora rimetti il ​​tutto nella casseruola su fiamma media e mescolando continuamente porta a bollore per uno o due minuti, fino a che la crema si addensi. Trasferisci subito la crema in una terrina e coprila con la pellicola trasparente, direttamente a contatto per evitare che si formi la pellicina e lascia raffreddare completamente.
      Al momento di utilizzare la crema basterà mescolarla energicamente con la frusta per farla tornare cremosa e soffice.
      Per la decorazione:  Ora che crema e zeppole sono ben fredde non ti resta che farcirle e decorale. Con il sac a poche con beccuccio a stella grande, riempi il centro della zeppola con la crema e crea un ciuffetto, sopra al quale metterai un’amarena e cospargi con zucchero a velo.


      Grazie per essere passati sul mio blog
      per restare aggiornati con nuove ricette

      PROFITEROLES CON PANNA E GLASSA AL CIOCCOLATO

      COSA SERVE:
      PER I BIGNE’:
      circa 24 bignè 
      • 80 g di burro
      • 250 ml di acqua 
      • 1 pizzico di sale
      • 150 g di farina 00
      • 1 cucchiaio raso di zucchero
      • 4 uova intere

      PER LA CREMA CHANTILLY:

      • 400 ml di panna zuccherata
      • 1 bustina di vanillina

      PER LA GLASSA AL CIOCCOLATO:

      • 30 g di burro
      • 200 g di cioccolato fondente
      • 200 g di latte
      • 100g di zucchero

      PREPARAZIONE:

      PER I BIGNE’:
      In una casseruola metti il burro, il sale e l’acqua, appena giunge a bollore togli dal fuoco.
      Aggiungi lo zucchero e la farina precedentemente setacciata, versala tutta in una volta e mescola energicamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo.
      Rimetti la casseruola su fiamma bassa e continua a mescolare con il cucchiaio di legno fino a che il composto si stacca dalle pareti e prende la  forma di una palla.
      Togli dal fuoco e metti l’impasto in una ciotola o nel mixer e lasciala intiepidire per qualche minuto.
      Aggiungi un uovo e mescola, solo quando si sarà amalgamato alla pasta aggiungine un’altro e così via.
      Amalgama fino ad ottenere un composto liscio, denso, elastico ed appiccicoso.
      In una teglia rivestita con carta da forno versa un cucchiaio d’impasto ogni 4-5 cm.
      Metti in forno già caldo a 180° per circa 45 minuti.
      Quando i bignè sono completamente freddi pratica un foro sulla loro base utilizzando il manico di un cucchiaino.
      PER LA GLASSA AL CIOCCOLATO:
      In una casseruola versa il cioccolato tritato grossolanamente e il burro, appena il tutto si sarà sciolto e non ci saranno grumi aggiungi il latte e lo zucchero,  mescola e fai cuocere per 5-10 minuti (non deve bollire) deve rapprendersi un po.
      Lascia raffreddare completamente e riponi in frigo.



      PER LA CREMA CHANTILLY:
      Nel recipiente del mixer versa la panna fredda zuccherata, aggiungi una bustina di vanillina ed aziona a velocità medio-alta fino a che la panna risulterà ben montata.

      Ora versala nella sac a poche con beccuccio lungo e riempi i bignè attraverso il foro che avevi fatto.                                                                   
      ASSEMBLAGGIO:
      Immergi ora uno alla volta i bignè ripieni nella glassa di cioccolato che nel frattempo si sarà freddata e rappresa.
      Con l’aiuto di due cucchiai fallo rotolare nel cioccolato e scolalo.
      Adagialo su di un piatto da portata, riempi prima la base poi mettine uno sopra l’altro creando una piramide e tieni in frigo.
      CONSIGLIO:
      La preparazione di questo dolce è semplice ma richiede abbastanza tempo, ti consiglio quindi di preparare i bignè e la glassa al cioccolato il giorno prima.
      Se hai abbastanza posto in frigo puoi servire il profiteroles in coppe individuali mettendo 3 o 4 bignè per coppa, o in piattini da dolce.

      Grazie per essere passati sul mio blog
      per restare aggiornati con nuove ricette